Pagine

venerdì 19 giugno 2009

La pseudo Nutella

Il bello dei blogs di cucina in generale, é che si ha la possibilitá di imparare tante ricette e/o di scambiarne altrettante. Per non parlare poi dei vari motori di ricerca che permettono di trovare in un battibaleno qualunque desiderio godereccio-alimentare.

In uno dei miei attacchi di cucina fai-da-te, mi sono data alla ricerca della ricetta della Nutella. Sapevo fin dall'inizio che l'esito sarebbe stato negativo: credo che la ricerca della ricetta della Nutella e quella del Santo Graal vadano di pari passo, ma nessuna dei due ha dato finora risultati concreti.

Fatto sta che comunque in rete ho trovato una cosa che ci si avvicina molto come consistenza e che, anche se con la Nutella non ha molto in comune, é comunque bonazza (nel senso del gusto) e gradevole da spalmare.

I francesi la definirebbero una "crème à tartiner" ed il significato ci sta tutto.

Occorrono:
  • 45 gr. di Nocciole tostate e spellate
  • 30 gr. di Cacao
  • 30 gr. di Cioccolato Bianco
  • 350 ml di Latte
  • 65 gr. di Zucchero

Le nocciole tostate si mettono in un frullatore insieme ad un cucchiaio di zucchero. Si aziona e si lascia in movimento fino a che le nocciole non si polverizzano ed amalgamano allo zucchero in una pasta compatta (grazie alla fuoriuscita dell'olio naturale).

Si mescolano in un recipiente 2 cucchiaini di zucchero, il cacao e 50 ml. di latte, dopodiché si unisce la pasta di nocciole. Si aggiungono successivamente ulteriori 50 ml di latte e si amalgama il tutto.

In un tegame si versano il latte e lo zucchero rimasti ed il cioccolato bianco e si mescola a fuoco moderato. Una volta sciolto il cioccolato, si unisce la miscela di cacao e nocciole e si continua a mescolare per 40 minuti (ebbene sí, dopo il ginocchio della lavandaia ed il gomito del tennista, esiste anche il polso della cochetta golosa), fino al rassodamento della crema.

Trascorso il tempo, si versa in un barattolo pulito e si lascia raffreddare scoperchiato. Si conserva in frigo per una settimana circa (sempre che ci arrivi!).

Io l'ho spalmato su pane bianco fatto seguendo la ricetta della MdP, "arricchito" da mandorle tostate.

6 commenti:

Mammazan ha detto...

Morbida, cremosa, guduriosa...
Cosa si può pretendere di più???
baci

Saretta ha detto...

Io preferisco la crema di Mimmi, posso dirlo?!GUDURIAAAAAAAAAAAAA
bacione

Mimmi ha detto...

@ Mammazan: io continuo comunque nella ricerca. Hai visto mai che riesca a centrare l'obbiettivo :-)

@ Saretta: Che carina che sei, hai sempre una parola gentile in ogni momento!

Un bacio a voi!!

lenny ha detto...

La gola merita pure qualche piccolo sacrificio (v. il polso della cochetta golosa, mi ha fatto proprio ridere), ma in compenso il risultato è ottimo.
Deliziosa la gelatina di uva spina ... :))

Gunther ha detto...

beh ma è una crema magnifica sul pane è la cosa migliore

Angie ha detto...

Meravigliosa!!!!!!!!Complimenti!