Pagine

lunedì 15 novembre 2010

Dolce di Natale, il Christstollen

Lo so non é ancora Natale, ma dappertutto si vedono giá le decorazioni, i rami di abete intrecciati con palle dai mille colori. Devo dire che questo scenario non si addice molto al tempo, visto che nonostante siamo a fine Novembre, fa un caldo fuori dal normale.

Volendo peró adeguarmi all'atmosfera, mi sono cimentata nella preparazione di quello che qui in Germania passa come il "compare" (cugino é giá un po' troppo) tedesco del panettone italiano.

La preparazione é molto meno elaborata di quella del panettone ed il tempo di lievitazone é decisamente inferiore.

Ci sono diverse versioni di questo dolce: con i canditi (che a me non piacciono) e l'uvetta, con la frutta secca, col lievito di birra o con quello per dolci, ecc. ecc.

Unico denominatore comune é il burro: di quello purtroppo non se ne puó fare a meno. Non a caso, si chiama anche Butterstollen.

Io ho provato la versione coi pistacchi, il marzapane ed il lievito di birra.

Per realizzarlo, occorrono:
  • 500 gr di Farina
  • 1 dado di Lievito di Birra (42 gr.)
  • 1/8 l di Latte
  • 5 cucchiai di Zucchero
  • 250 gr. di Burro
  • 100 gr di farina di Mandorle
  • 1 pizzico di Sale
  • 1 bustina di Zucchero Vanigliato
  • 1 fialetta di Aroma di Mandorle
  • Buccia grattugiata di 1 Limone
  • 250 gr di Marzapane
  • 80 gr. di Pistacchi
  • Zucchero a Velo
In una ciotola (io ho usato quella del robot da cucina), disporre la farina a fontana. Riscaldare leggermente la metá del latte, aggiungere 2 cucchiai di zucchero e sciogliervi il lievito. Versare il composto al centro della fontana e mescolare unendo parte della farina, fino ad ottenere una poltiglia bella densa. Coprire con un panno e lasciare riposare il lievitino per 15 minuti circa.

Sciogliere 200 gr. di burro ed unirli alla 2. metá del latte. Lasciar raffreddare ed unire la farina di mandorle, 3 cucchiai di zucchero, il sale, lo zucchero vanigliato, l'aroma di mandorle e la buccia di limone grattugiata.

Versare il tutto nella ciotola e, inserendo il gancio per impastare, lavorare l'impasto fino a che tutti gli ingredienti saranno amalgamati uniformemente.

Coprire nuovamente con un panno e lasciare lievitare per 1 ora (io l'ho messo nel forno leggermente riscaldato e poi spento).

Trascorso il tempo, versare l'impasto su un piano di lavoro infarinato (o su un foglio di silicone) e, lavorandolo leggermente, distribire i pistacchi, amalgamando. Stendere con le mani fino ad ottenere un rettangolo. Lavorare il marzapane fino a farlo diventare un salsicciotto ed adagiarlo nel senso della lunghezza sul rettangolo ottenuto. Ripiegare su se stesso, in modo da avvolgere completamente il marzapane.

Trasferire il panetto con tutto il foglio di silicone su una teglia da forno e coprire di nuovo per 30 minuti.

Scaldare il forno a 200° (evitare il ventilato) ed infornare a metá altezza per 50 minuti circa. Trascorsi 10 minuti, ridurre il calore a 175° e proseguire la cottura.

Trascorso il tempo, sfornare il dolce e spennellarlo ancora caldo col rimanente burro fuso. Avvolgerlo in un foglio di alluminio e lasciarlo in pace (non spiluccare, t'ho visto!!!) fino al giorno dopo.

Cospargerlo con zucchero a velo e... HO HO HOOOO!!

Per conservarlo a lungo (a lungo? beato chi ci riesce!), riavvolgerlo nel foglio di alluminio.

26 commenti:

Reb ha detto...

Yeahhhhh, lo rifo alla velocità della luce (per grande gioia casalinga!) grazie grazie, mi sa durerà il tempo di passare dal forno alla gratella :)

Francesca ha detto...

Mhhhmmmmm, che bontà deve essere!! A me piacciono questi dolci tipici, servono proprio per far fronte al freddo (ancora non c'è ma arriverà... ^_^)
Brava!!
Franci

Mimmi ha detto...

@ Reb: che bello leggere di tanto entusiasmo :-D
Temo che debba aspettare sul serio un giorno prima di mangiarlo, sennó rischi di usarlo come corpo contundente... ;-)

@ Francesca: hai ragione, l'importante é fare finta che faccia freddo. Aiuta a giustificare le calorie... O_o

Grazie per la visita e a presto!

Alex ha detto...

IO voleren fettazzen!

Mimmi ha detto...

@ Alex: ie proipire, zennó poi peccare cazziaten che tu manta a sporcaccionen tua tieta! Fettina?

dauly ha detto...

ma questa è una ricetta da provare subito, nonostante i 250 di burro!! chiedo solo una cosa, il salsicciotto di marzapane è indispensabile? se facessi una forma simil panettone combinerei un pasticcio?

Gunther ha detto...

eh si senza burro non si può fare, bentornata

Saretta ha detto...

Taci che qui è già un mese che girano le palle di Natale!!!
I dolci tedesci a me piacciono da matti...con una fettina di questo, potrei anche tradire il panettone dello zio, am nonn dirglielo!!!bacione

Chiara ha detto...

adoro il Natale!!!!
il periodo dell'Avvento è uno dei periodi dell'anno che preferisco!!!le luci, gli addobbi, i profumi speziati, i preparativi, i mercatini...( tra qualche settimana andrò a Monaco!nn vedo l'ora di vedere la città il mercatino...sei mai stata?)
adoro passeggiare per le casette di legno cariche di addobbi e gustare i dolci natalizi :) due anni fa a Merano ho comperato un dolce simile al tuo, buonissimooooo!!!! la tua versione è deliziosa visto che anche io nn amo molto i canditi:)
segno la ricetta!! grazieee!!

Micaela ha detto...

curioso questo dolcetto... non lo conoscevo!! un bacione.

Mirtilla ha detto...

fai benissimo a passare ora la ricetta, cosi abbiamo tutto il tempo per provarla :)

Betty ha detto...

è da provare! segno tutto, sperando di riuscire a organizzarmi con tutte ste ricetta sparse da sperimentare ihihihih
bacibaci, è bello rovederti in giro ;-)

BARBARA ha detto...

Interessante e nuovo questo dolce...non lo conoscevo proprio. Ciao cara

manuela e silvia ha detto...

Ciao! bè insomma, per una volta l'anno possiamo anche sorvolare su tutto questo burro! croccantinoe molto dolce, con frutta secca e canditi...perfetto quindi per le feste!
un degno rivale del cugino panettone!
un bacione

Mimmi ha detto...

@ Dauly: il marzapane non é indispensabile e puoi anche variare la frutta secca: puoi aggiungere l'uvetta "'mbriacata" di rhum, puoi usare le mandorle intere, le nocciole, i canditi, ecc. ecc. Il dolce in sè non lievita molto, ma rimane compatto abbastanza da restare "in piedi". Prova e poi fammi sapere :-)

@ Gunther: GUNTHER, che piacere rivederti!!! :-D

@ finché girano le palle di Natale e non le palle a Natale... (era piú forte di me, non potevo evitarla! :-D). E tu tradisci pure, ché a (quasi) Natale siamo tutti piú buoni...

@ Chiara: anche a me fanno morire i mercatini natalizi e tutti gli addobbi annessi e connessi. Monaco la conosco, ma non nel periodo dell'Avvento. Qui in generale tutto ció che ha a che fare con le decorazioni é molto sentito e si fa a gara a chi espone piú lucine colorate (la Enel locale, a Feste finite, ringrazia di cuore :-D)

@ Micaela: Un bacio a VOI!!

@ Mirtilla: fammi sapere...

@ Betty: non dirlo a me...

@ Barbara: allora sono contenta di avertelo presentato :-)

@ Manuela e Silvia: Natale é una tragedia per chi cerca di tenersi a "stecchetto". Ma la domanda poi é: "Ma perché poi? In fondo, viene una volta l'anno. E che sará mai!!"

Grazie anche a voi per essere passati a trovarmi e a presto!!

speedy70 ha detto...

Grazie cara Mimmi di questa splendida ricetta; adoro questo dolce tedesco, e proverò a farlo!!!!! Bacioni. . .

Gunther ha detto...

non si conserva non si conserva, da me va via più del pane, ma solo se lo faccio fino a natale, dopo non lo vuole più nessuno

pixel3v ha detto...

Mimmi, ma ciao!! Hai ricominciato da poco a scrivere vedo... Ogni volta che venivo a visitarti c'era sempre e solo il post del polpo al vino rosso :D
Volevo dirti (oltre al fatto che io ancora il Natale non lo sento per niente!) che ci sono due premi per te, qui... http://pixel3v.wordpress.com/2010/11/24/i-miei-primi-due-premi-grazie-rebecca/
Spero ti faccia piacere ;)
Tanti baci

Ramona ha detto...

Il blog Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Ballarini, ti invita a partecipare ad un contest a premi.
Ai 3 vincitori saranno assegnati 3 fantastici prodotti Ballarini.
Cosa aspetti? Dai libero sfogo alla fantasia e partecipa al contest.
http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2010/11/contest-foodblogger-ai-fornelli-con.html

Milen@ ha detto...

Lo confesso: non sono una grande fan del panettone e mi sento in sintonia di più con questo dolce :D

Gata da Plar - Mony ha detto...

CIAO Bellissima!!!
Il tuo post è di Novembre ma io lo leggo ora e quindi ci siamo in pieno col periodo natalizio! :*D
Questo dolce mi ispira assai :P***
Ce lo vedo bene anche ricoperto di cioccolato come fosse un tronchetto... Che dici... se pò fà?! ^___^
Un bacione carissima e... TANTI TANTI AUGURONI DI BUONE FESTE!

PS: mi hai fatto morire con la risposta ad Alex!!! :*DDD

Gunther ha detto...

spero tutto al meglio, tanti auguri di Natale

sonnenblume ha detto...

Buon Natale !
Daniela

UnaZebrApois ha detto...

tantissimi auguroni!

Mimmi ha detto...

Mi scuso per non aver risposto prima a chi mi ha scritto. Siete sempre molto carini con me ed io mi addanno per non avere piú tanto tempo a disposizione da dedicare al blog :(
A voi e a tutti gli altri, i migliori auguri di buone Feste e speriamo che l'anno che viene riesca a regalarmi un po' di tempo in piú!!

Marco ha detto...

Buonoooo lo devo provareee