Pagine

venerdì 20 marzo 2009

C'é sempre da imparare

Non vorrei concentrare tutti i miei futuri posts sul trasloco appena fatto, ma devo dire che ho imparato una grande lezione: mai piú faró i "raid" nei supermercati!!!

La saggezza popolare, mi ha riportato alla mente il celebre proverbio "lontan dagli occhi, lontan dal cuore".

Come avevo giá una volta "confessato" in un meme, ho la mania dello shopping compulsivo e quella conseguente di nascondere il "bottino" nei luoghi piú disparati (cito: "Ho la mania di comprare delle cose e di "imboscarle" da qualche parte, un po' come gli scoiattoli - A distanza anche di anni mi sbucano fuori pigiami ancora imballati, calzini nuovi di zecca e cianfrusaglie varie. - Mi do una botta sulla testa e con fare vago rinascondo il tutto nell'armadio..."). Il fatto peró é che pensavo, o meglio speravo, di aver circoscritto questa mia piccola pecca alle "cianfrusaglie" appena citate. La veritá é stata ben diversa e piuttosto scioccante:

Ora, tra tanti dubbi l'unica certezza é che, se dovessi morire (cuorn e stracuorn!!!!) non sará per fame (almeno non per i prossimi xxx anni)!!! Devo escogitare il modo di utilizzare al meglio tutta questa roba, senza:

a) diventare una "chiattona";
b) evitare che prenda il volo da sola, per sopraggiunta vetustá;
c) dover invitare per giorni e giorni il vicinato a pensione completa;

Siccome chi ben comincia é a metá dell'opera (metá si fa per dire, naturalmente!), io ho cominciato con un bel

Rotolo di pollo alle erbe

Ho usato:

  • 500 gr. di petto di Pollo
  • 2 Uova
  • Parmigiano Reggiano
  • 2 fette di Prosciutto cotto
  • abbondante Pangrattato
  • Latte
  • Erbe miste (Timo, Prezzemolo, Rosmarino, ecc.)
  • 1 cucchiaio di Zenzero in polvere (io lo adoro, ma si vive anche senza)
  • 50 gr. di Burro
  • Sale e Pepe

In una ciotola, ho mischiato il latte col pangrattato (a occhio, deve raggiungere la consistenza di una pasta solida) e lasciato riposare una 20na di minuti circa.

Il petto di pollo, l'ho fatto a pezzetti e mischiato al prosciutto cotto (anch'esso sminuzzato), all'uovo, al parmigiano, al burro, allo zenzero e alle erbe. Col minipimer, ho ridotto il tutto ad un "pappone" (otticamente non proprio "erotico"), ho salato e pepato ed unito al pangrattato ammollato.

In un foglio di alluminio rivestito con pellicola trasparente, ho arrotolato e chiuso il tutto ermeticamente a mo' di salsiccione.

Ho lessato 'sto cotechino di pollo in acqua bollente per un quarto d'ora circa. A cottura ultimata, l'ho lasciato riposare, sempre incartato, al caldo.

A parte, ho preparato un risotto veloce veloce con una "nota" di zafferano.

Impiattato il risotto e servito col polpettone di pollo tagliato a fette.

Tocca ora escogitare qualcos'altro...

5 commenti:

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Che meraviglioso post!! Scopro che c'è chi sta messo peggio di me :-)) Io di pacchi di farina di farro da usare ne ho uno solo, mentre tu ne hai di più :-)) Per non parlare delle pannocchiette di mais :-))))
Baci
Alex

Mimmi ha detto...

Io ORA ci rido su, ma il trovare un posto a tutta la farina di farro e non solo, é stata 'na vera tracedia!!! Un bacio a te!

Saretta ha detto...

Mimmiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!
bentornata!Sono passata spesso a vedere se fossi in casa..rieccoti che bello!Nel frattempo, giusto un anno fa, ho aperto anch'io i battenti.
Non vedo l'ora di assistere a tutti i toui esperimenti per l'operazione "svuota dispensa!";)
Un bacione
Saretta

Mimmi ha detto...

iiiiiiiihhhhh Saretta, giusto tu sei stata la musa ispiratrice del mio post successivo. Quando si dice telepatia :D
Un bacione a te!

sonnenblume ha detto...

Hab´s probiert und ist super lecker !
LG