Pagine

venerdì 27 marzo 2009

Le tortillas!!

Quando si dice che nella vita ci sono delle cose alle quali proprio non si puó rinunciare...
Io sono fatta cosí: se vedo qualcosa che mi "acchiappa", comincio a girare avanti e indietro, mi mordicchio le pellicine delle unghie, mi guardo a destra e a sinistra ed elucubro mille pensieri per cercare di trovare un motivo valido per cui possa fare a meno dell'oggetto in questione.
Sfortunatamente peró, i mille pensieri che vanno in direzione del "NO", il piú delle volte (se non sempre) vengono superati dall'unico (e piú bastardamente insistente) voto a favore del "SÌ".
Non é dunque un caso che abbia nella mia sala giochi (comunemente chiamata cucina) 1000 e piú impicci, la maggior parte dei quali perfettamente inutili.
Uno di questi, é la pressa per fare le tortillas.
La domanda piú ovvia é: "Ma non fai prima a comprarle belle e fatte?"
La risposta piú ovvia naturalmente, é: "Sí".
Inutile dire che questa é una delle domande soppiantate dal famoso voto contrario.
Ma vuoi mettere la differenza?
Beh, visto che il danno é fatto e che ho dovuto trovare un posto per l'ennesimo giocattolo acquistato, ieri sera ci ho giocato e scoperto che, oltretutto, é pure divertente (sono irrecuperabile, lo so)!!!
Il primo esperimento, sono state le

Tortillas di mais

Ho usato:
  • 200 gr ca. di Farina di Mais
  • 1/2 cucchiaino da the di Sale
  • 2 cucchiai di Olio di semi
  • 200 ml ca. di Acqua
Ho mescolato tutti gli ingredienti (l'acqua l'ho aggiunta in ultimo ed un po' per volta), fino a far raggiungere all'impasto la consistenza di un panetto compatto.
Coperto con un telo e fatto riposare 1/2 ora circa. A riposo ultimato, ho messo una pallina dell'impasto nella pressa riscaldata, chiuso, aspettato e ZAC!!
Tanta era l'eccitazione che non ho avuto modo di fare altro: ho sgranocchiato parte delle mie tortillas nude e crude (no, cotte) e parte condite con una salsa messicana "de noantri" fatta con del passato di pomodoro, 1 cipolla e 1 peperone rosso sminuzzati, un goccetto di tabasco, un pizzico di sale, uno di zucchero, uno di origano ed uno di cumino.
Andale andale, arriba arriba arribaaaaaa!!!

7 commenti:

Saretta ha detto...

Mimmi che inviadia questo giochino nuovo!!!A me l'unica cosa che frena è la reale mancanza di spazio..non sai come soffro a veder cosine carine e non poterne comprare!
Strepitose queste Tortillas!!!
Bacioni

Federica ha detto...

Mi manca questa pressa per le tortillas, mi metto alla ricerca devono essere buonissime!

Mimmi ha detto...

@ Saretta: nemmeno io ho tanto spazio, ma sono diventata un'esperta di "tetris": come incastro le cose io...
Grazie per i complimenti
Un bacione!
@ Federica: gugolando qua e lá, ho visto che esiste una versione meno ingombrante: é composta da due dischi di metallo (tipo ghisa) uniti da una parte e dotati di un lungo manico. Li arroventi sul fornello e li usi come la piastra elettrica. Fammi sapere!
Buona giornata

andrea matranga ha detto...

che belle, brava . immagino il sapore sueprlativo rispetto a quelle comprate al supermercato...vuoi mettere. Brava,brava

Mimmi ha detto...

Andrea, che piacere ritrovarti dopo tanto tempo!!!
Tu (forse non) lo sai: quando mi arrivano i complimenti da parte di un cuoco vero, mi resetto come quando si versa acqua su un elettrodomestico :-D
Un bacione!!

Anonimo ha detto...

proviamo a chiedertelo ... ti ricordi mica dove l'avevi comprata? io la sto cercando ma in italia sembra introvabile.
grazie mille

Mimmi ha detto...

Ciao Anonimo (?), effettivamente credo che non sia molto facile trovarla in Italia. Io l'ho comprata online in Germania. Gugolando per te, ho trovato questo:
http://www.tlaloc.it/Catalogo.pdf
É una piastra in legno per formare le tortillas da cuocere poi su una piastra. Se non riesci ad averla lí, allora tocca che vieni in Germania! :-D
Scherzi a parte, prova presso qualche negozio eco-solidale. Hai visto mai...
In bocca al lupo e fammi sapere!!