Pagine

lunedì 6 aprile 2009

Pannacotta con puré di pesche

Questa é una ricetta che ho visto da qualche parte (si dice il peccato, ma non il peccatore).
L'ho peró leggermente modificata non tanto per crearmi un alibi da salutista, quanto per la effettiva mancanza dell'ingrediente chiave a disposizione (che cialtrona!).
Comunque, anche questa volta ho avuto fortuna e realizzato e piuttosto velocemente, un dessert fresco, colorato ed in tema con la (finalmente) stagione primaverile che sempre piú insistentemente bussa alle porte.

Per la realizzazione della Pannacotta con puré di pesche

ho usato:

  • 300 gr. di Pesche sciroppate e sgocciolate (in alternativa, si puó utilizzare qualunque tipo di frutta, anche fresca ed eventualmente arricchita da uno "spritz" di succo di limone)
  • 200 gr. di Panna
  • 50 gr. di Latte scremato
  • 50 gr. di Zucchero
  • 1/2 baccello di Vaniglia
  • 1 foglio (o 4 gr.) di Colla di Pesce
  • 250 gr. di Latticello
  • Pistacchi non salati sgusciati
Col mio adorato Minipimer (mio marito manifesta evidenti segni di gelosia per le mie sempre meno celate dimostrazioni di affetto nei confronti di questo inseparabile elettrodomestico), ho ridotto le pesche a puré e distribuito nelle coppette.

Le ho messe nel freezer per circa 3 ore, affinché si solidificassero ed evitare che si "muovessero" quando avrei successivamente versato la pannacotta (o panna cotta?).

Nel frattempo, ho messo la colla di pesce in una ciotola con dell'acqua fredda e l'ho lasciata ammorbidire.

In un pentolino, ho versato la panna, il latte, lo zucchero ed i semini ricavati dal mezzo baccello di vaniglia (raschiati con la lama di un coltello) e portato quasi a bollore. Ho unito la colla di pesce strizzata dall'acqua in eccesso e, continuando a mescolare, ho lasciato che si sciogliesse completamente.

Una volta spento il fuoco, ho fatto intiepidire il composto di panna ed aggiunto il latticello (avevo paura che, col calore, mi si "coagulasse" dividendo irrimediabilmente il tutto a mo' di Montecchi e Capuleti). Lasciato raffreddare abbastanza ma non troppo ed aggiunto alle pesche.

Messo in frigo a solidificare e guarnito infine con i pistacchi sminuzzati (indovina un po' con che?).

6 commenti:

Saretta ha detto...

beh, che goloseria!Mi sa che, visto il risultato, il maritino ha fatto pace col minipimer!!!
bacioni mik!

Federica ha detto...

Ciao Carissima! non è che ne avresti ancora?? Deve essere proprio Buona!
Baci!

Talita ha detto...

Great pic! I wanna try pannacotta soon! That looks yummy!

Federica ha detto...

Tanti cari Auguri di Buona Pasqua a te e alla tua famiglia! Baci

lenny ha detto...

Deliziosa e versatile: un dessert molto primaverile:-))

Cuocapercaso ha detto...

...fantastica...questa te la rubo...con le prime pesche la faccioooo!!! ...ehm...lo sai che ai bicchierini NON resisto... comincio a preoccuparmi di questa mania...ma ancor di piu' mio marito che NON ne puo' piu' di mangiare qualunque cosa nei bicchierini!!!! eheheheh

bessssoooossss mik!!!!

;))))))