Pagine

mercoledì 23 dicembre 2009

Il Tiramisu

Non c'é blog che non abbia pubblicato questa ricetta.

Siccome piú siamo meglio stiamo, vedo di aggiungermi al gruppo (anche perché sfido chiunque a resistere dalla tentazione di farlo).

Di scuole di pensiero riguardo alla ricetta ne ho lette di tutti i colori: pavesini sí o no, liquore sí o no e se sí quale, panna o non panna, ecc.

Io resto ferma sulla mia versione e mi affido alla mia ricetta cavallo di battaglia, e cioé:
  • 5 Uova (rosso + albume)
  • 140 gr. di Zucchero
  • 500 gr di Mascarpone
  • Rhum (a naso e, soprattutto, al gusto)
  • 1 tazza di Caffé ristretto
  • 1 pizzico di Sale
  • Savoiardi
  • Cacao Amaro
In una ciotola, si sbattono i rossi d'uovo con lo zucchero per almeno 10 minuti, fino a che diventano belli gonfi e giallo chiaro chiaro.

Nel frattempo preparo il caffé e, per renderlo piú ristretto, lo faccio ridurre in un pentolino (trucco n. 1).

Lo verso poi in una bottiglietta spray munita di pompetta per creare la pressione (trucco n. 2). Con questo sistema, evito che il caffé caldo impregni eccessivamente i biscotti, rendendo il dolce una "mappazza" subito dopo il primo taglio.

Al composto di uova e zucchero, unisco il mascarpone e lo amalgamo delicatamente, fino a far scomparire completamente i grumi. Aggiungo poi il rhum (io uso quello scuro)

Monto a neve bella ferma gli albumi a temperatura ambiente, aggiungendo un pizzico di sale. Unisco poi il tutto alla crema di mascarpone, mescolando con movimenti delicati dal basso verso l'alto.

Ora arriva il momento clou: dispongo i savoiardi in una pirofila, con la parte zuccherata rivolta verso l'alto.

Con la pompa-bottiglietta spruzzo il caffé uniformemente sui biscotti, dopodiché verso la crema.

Spolvero di cacao e procedo col secondo strato, ripartendo dai savoiardi a zucchero in su e chiudendo il cerchio con tanto cacao.

Lascio in frigorifero a riposare o lo metto direttamente nel congelatore.

Di solito uso la teglia bassa e larga, per cui piú di due strati non vengono. Tre li regge comunque bene.

Inutile ricordare che va preparato con almeno un giorno di anticipo, sia per dare tempo ai biscotti di ammorbidirsi, sia per far inumidire tutto il cacao (una volta, presa da un attacco di gola, a momenti mi strozzavo!)

Colgo l'occasione per augurare buone Feste a tutti ed un arrivederci a presto!!



13 commenti:

furfecchia ha detto...

anche senza panna... e senza rum!

sono passta per farti tanti auguri di buon Natale!
Ciao!
Silvia

furfecchia ha detto...

volevo dire anche io senza panna...

stelladisale ha detto...

buone feste mik, baci :-)

Saretta ha detto...

Beh, di tiramisù ne ho visti tranti ma..con doppio barbatrucco...super!!!
tesora carissimi auguri!
Ti abbraccio forte
Saretta

Cipolla ha detto...

Il Natale regala sempre una piccola favola.... ti auguro un anno pieno di felicità e queste feste siano ricche di magiche sorprese.

C'è da me un piccolo regalo, il CalendaRicettario di GustosaMente.
Vuole essere un semplice pensiero per te e per tutti gli amici che mi seguono con affetto!

Mimmi ha detto...

@ tutte voi: grazie per gli auguri che rinnovo e ricambio con affetto!!
Cipolla, grazie per il tuo bellissimo CalendaRicettario!

A presto!!!

colombina ha detto...

Non amo il tiramisù... ma la sola cremina la adoro!!!! brava!!!
Buona Natale

Artemisia Comina ha detto...

auguri!

iana ha detto...

Ciao mimmi, tantissimi auguri anche se un pò in ritardo di buone feste e di un periodo felice!

Angie ha detto...

Sono tornata dal Kenya!Ho il naso rosso per il sole e qua c'è un freddo cane!! tanti auguri di buon anno!!

Aux délices des gourmets ha detto...

bonne année 2010 tous mes vœux de bonheur et de réussite
à l'année prochaine

Gunther ha detto...

auguri di buon anno 2010, io non ho ancora fatto il tiramisù ma presto colmerò questa lacuna :-))

lenny ha detto...

Dove ahi reperito la bottiglietta spray munita di pompetta?
Buon anno!